Intervista a Matilde, mamma di una ragazza affetta da schizofrenia.



Donne e patologie psichiche




21 Dic 2015

La percezione della malattia psichica è gravata dalla paura, dalla vergogna e soprattutto dalla scarsissima fiducia nelle terapie disponibili. Per questo da anni lavoriamo per sensibilizzare le donne sul fatto che la malattia psichica può e deve essere curata: in molti casi è possibile guarire e laddove non sia ottenibile
la guarigione, le terapie attualmente disponibili consentono un efficace controllo della sintomatologia, garantendo una miglior qualità della vita anzitutto ai pazienti e, di conseguenza, ai loro familiari.
Per avvicinare le donne ai servizi di prevenzione, diagnosi e cura, da ormai due anni promuoviamo, in occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale (10 ottobre), l’iniziativa Ospedali a porte aperte, offendo gratuitamente alle donne servizi informativi e clinico-diagnostici presso le strutture premiate da Onda per l’attenzione riservata alla salute femminile (www.bollinirosa.it).
La pubblicazione, che presenta i risultati emersi da un’indagine quanti – e qualitativa svolta da Onda per esplorare la tematica della malattia psichica presso la popolazione femminile e, più in profondità, tra le donne malate e le donne caregiver, si propone di offrire alcuni spunti di riflessione per far luce sulle possibili strategie per combattere la stigmatizzazione che a tutt’oggi grava sui malati e sulle loro famiglie, a partire dal ruolo cruciale dello psichiatra e delle terapie farmacologiche. Crediamo, infatti, che questa battaglia possa essere vinta non solo promuovendo una corretta informazione, ma soprattutto restituendo la dignità di persona e garantendo un recupero funzionale – individuale e sociale – al malato in modo da reinserirlo nella comunità.

 

materiale download

contenuti correlati:
Progetti correlati: