Miscellanea

Pelle


altri focus in Miscellanea:


Avere una pelle sana e luminosa è stato fin dall’antichità un obiettivo delle donne: al giorno d’oggi per conservare la bellezza della pelle esistono prodotti cosmetici raffinati e la medicina estetica può essere d’aiuto. Per curare la pelle è indispensabile però avere cura del corpo nella sua totalità. Vita sana, alimentazione corretta, attività fisica regolare, sonno per un numero sufficiente di ore, niente fumo, pochi alcolici e caffè ed esposizione al sole intelligente sono le regole essenziali per mantenere la pelle sana.

 

approfondimenti

Prevenzione e salute della pelle

La prima regola per mantenere una pelle liscia ed elastica, con un aspetto fresco e tonico, è prendersene cura quotidianamente. È buona abitudine fare uso di creme e di prodotti specifici che siano adeguati al proprio tipo di pelle e alla propria età. Le creme, oltre a favorire l’idratazione, la tonicità e l’elasticità della pelle, devono proteggerla dall’azione degli agenti atmosferici, come sole, calore e freddo, vento, che ne accelerano i processi di invecchiamento.

In particolare deve essere evitata, fin dall’infanzia,  l’esposizione incauta al sole. L’esposizione prolungata e non protetta ai raggi ultravioletti e ripetute scottature rappresentano, infatti, un fattore di rischio per lo sviluppo dei tumori della pelle.

È sempre opportuno utilizzare creme solari con un fattore di protezione adeguato al  proprio fototipo (il fenotipo è l’insieme di caratteristiche cutanee di un individuo che influenzano il comportamento della cute dopo la foto esposizione), che devono essere applicate più volte in modo da assicurare una protezione continua, evitando l’esposizione nelle ore più calde (tra le 11 e le 16). Per il viso e il décollté è opportuno utilizzare una crema con un indice di protezione più elevato, essendo le zone maggiormente foto esposte e con la pelle più delicata.

Per mantenere una pelle sana, al di là delle citate misure precauzionali “specifiche”, è fondamentale seguire uno stile di vita sano, basato sui principi fondamentali noti:

– alimentazione corretta, ricca di frutta e verdura;
– esercizio fisico anche moderato, ma regolare;
– bere molta acqua durante il giorno (almeno 1,5 l)
– non fumare;
– moderare il consumo di alcolici e caffè;
– regolare riposo notturno.

Tumori della pelle

I tumori della pelle sono classificati in base alla natura delle cellule di origine.

I più comuni sono i carcinomi basocellulari, che originano dalle cellule dello strato più profondo dell’epidermide e che si manifestano come piccoli noduli di aspetto perlaceo, talvolta pigmentati, spesso duri al tatto, che aumentano lentamente di dimensioni.

I carcinomi spinocellulari, che si sviluppano dalle cellule più superficiali, hanno l’aspetto di noduli ulcerati, non sanguinanti, generalmente con margini poco definiti.

I carcinomi basocellulare e spinocellulare sono più spesso a carico dell’età avanzata. Il carcinoma basocellulare insorge principalmente nelle parti esposte alla radiazione solare; dal punto di vista istologico è maligno, non ha potere metastatico ma soltanto invasività locale. Il carcinoma spino cellulare è un tumore maligno e nelle sue varianti più aggressive ha potere metastatico.

Meno frequente, ma la sua incidenza è raddoppiata negli ultimi dieci anni, è il melanoma, che deriva da una trasformazione maligna dei melanociti, le cellule pigmentate che formano i nei.

Il melanoma colpisce prevalentemente soggetti di età compresa tra i 30 e i 60 anni, e può insorgere in qualsiasi parte del corpo, comprese le mucose della bocca e dei genitali. Le sedi più comuni sono la testa, il collo e il tronco per gli uomini, gli arti per le donne.

È buona abitudine abituarsi all’auto-osservazione della propria pelle con particolare attenzione a eventuali neoformazioni e ai nei ed eseguire periodicamente, ogni 2-3 anni, una visita dermatologica specialistica. Questo perché nei congeniti, cioè presenti dalla nascita, possono nel corso degli anni modificarsi e trasformarsi in melanomi e perché nel corso della vita ne possono comparire di nuovi.

Nel controllare i nei, è importante valutare alcune caratteristiche morfologiche, che possono facilmente essere ricordate come “regola dell’ABCDE”:  A-asimmetria, B-bordi irregolari, C-colore: modificazioni cromatiche, D-incremento delle dimensioni, E-evoluzione. Quest’ultima è la caratteristica più importante: nei che si modificano nel loro aspetto meritano sempre un’accurata valutazione specialistica.

La terapia dei tumori della pelle è prettamente chirurgica. Una diagnosi tempestiva consente un intervento in fase precoce, elemento questo cruciale per una guarigione completa.

Psoriasi

Si tratta di una patologia cutanea cronica caratterizzata, nella sua forma più comune, dalla comparsa di chiazze arrossate a limiti netti, rivestite da squame biancastre sfaldabili, quale conseguenza di un’accelerazione del ricambio delle cellule della pelle, sostenuta da processi immunitari e infiammatori. Tali lesioni possono localizzarsi in tutto il corpo, ma le sedi tipicamente più interessate sono i gomiti, le ginocchia, la zona sacrale e il  cuoio capelluto. I fattori scatenanti questi processi sono in gran parte ignoti, ma sono state riconosciute la predisposizione genetica e l’influenza di alcuni fattori di rischio ambientali, come fumo, gravi stress, infezioni, farmaci.

La psoriasi ha un decorso tipico, caratterizzato dall’alternanza di episodi di riacutizzazione con fasi di remissione, la cui durata e frequenza sono estremamente variabili.

Oltre alla forma descritta esistono diverse  e numerose varianti cliniche; solo per citarne alcune, la palmo-plantare, l’inversa (anche detta delle pieghe, poiché le lesioni si localizzano nelle zone ascellari e genitali), la pustolosa, che sono assai meno frequenti.

In alcuni casi la malattia non si limita alle manifestazioni cutanee e si accompagna ad altre condizioni patologiche, che compaiono tipicamente a distanza di anni dall’esordio delle lesioni cutanee. Le più frequenti sono l’artrite psoriasica, malattie del metabolismo glucidico e lipidico e patologie cardiovascolari. Per questo aspetto, la psoriasi richiede un approccio specialistico multidisciplinare.

La psoriasi può avere, al di là delle manifestazioni cliniche citate, pesanti ricadute sulla qualità di vita di chi ne è affetto, poiché l’impatto visivo delle  lesioni, soprattutto nelle forme più estese, può avere ripercussioni psicologiche e sociali tali da inficiare i rapporti interpersonali.

Ad oggi non esiste una terapia risolutiva, ma sono disponibili strategie terapeutiche che consentono di ridurre e contenere lo sviluppo delle lesioni cutanee. La scelta del tipo di terapia certamente dipenderà dalle condizioni di salute del paziente e dall’estensione e gravità della malattia psoriasica.

Nei casi più lievi si possono ottenere risultati soddisfacenti con terapie locali, come creme contenenti derivati della vitamina D, cheratolitici e cortisonici.

Nelle forme medio-gravi trova indicazione la terapia sistemica a base di farmaci da assumere per bocca, come ciclosporina, acitretina, methotrexate. Può essere molto efficace anche la fototerapia con luce solare o lampade particolari.

Per i pazienti refrattari ai trattamenti citati o per i quali le tradizionali terapie farmacologiche sono controindicate, possono essere utilizzati i farmaci biologici, che hanno dimostrato avere elevata efficacia a fronte di un minor impatto sull’organismo in termini di effetti collaterali.

Visita il sito Bollini Rosa.

ADIPSO - Associazione per la difesa degli psoriasici

Via Tacito, 90 - 00193 Roma

Numero Verde: 800031566 - Tel./Fax: 063211545

http://www.adipso.org

AILS -Associazione Italiana Lotta alla Sclerodermia

Via Gaetano Pini, 9 - 20122 MILANO

Tel: 0258296675 – Fax: 0236684721

http://www.ails.it

Amici Per La Pelle ONLUS

Via Venezian, 1 - 20133 Milano

Fax: 0223902404

http://www.amicixlapelle.it

ANAP - Associazione Nazionale Amici per la Pelle

Via Sestriere, 129 - 10098 Rivoli (To)

Tel. 3351372113

http://www.anapweb.it

ASNPV ONLUS – Associazione nazionale per la tutela del malato di psoriasi e vitiligine

Via Bergognone, 43 - 20144 Milano

Tel. 3338202044 - Fax: 0236709674

http://www.asnpv.it

GILS - Gruppo Italiano per la Lotta alla Sclerodermia

via Francesco Sforza, 35 - 20122 Milano

Tel. 0255199506 – Fax: 0254100351

http://www.sclerodermia.net

A.R.I.V. Associazione Italiana Ricerca e Informazione per la Vitiligine

Via Borromeo, 29 - 20031 Cesano Maderno (MI)

http://www.arivonlus.it

AIPA Associazione Italiana Psoriasi e Artropatia

Viale Assunta, 73 - 20063 Cernusco S.N. (Mi)

Tel. 3922418672 - Fax: 08311810353

http://www.host-uni.net/aipa

DDI – Donne Dermatologhe Italiane: www.donnedermatologhe.it

SIDEC – Società Italiana di Dermatologia Estetica e Correttiva: http://www.sidec.org/

SIDEMAST – Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse: www.sidemast.org

AIDA – Associazione Italiana Dermatologi Ambulatoriali: www.aida.it

SIDERP – Società Italiana di Dermatologia Pediatrica: www.siderp.it

SIDAPA – Società Italiana di Dermatologia Allergologica Professionale e Ambientale: http://www.sidapa.it/

SIDCO – Società Italiana di Dermatologia Chirurgica ed Oncologica: www.sidco.it

Essere donna online – http://esseredonnaonline.it/