Hiv, studio italiano svela come il virus si nasconde



Con una lettera al settimanale “Nature”, un gruppo internazionale di ricercatori del Centro Internazionale per l’Ingegneria Genetica e la Biotecnologia (Icgeb) e dell’Università di Trieste, in collaborazione con l’Università di Modena e Reggio Emilia e con il Genethon di Parigi, ha descritto in modo dettagliato i meccanismi che permettono al virus Hiv di scegliere di infettare solo alcuni tra tutti i geni umani, in una zona assai prossima alla superficie del nucleo cellulare, risultando in questo modo resistente all’effetto dei farmaci oggi in uso. L’analisi della struttura del nucleo delle cellule infettate dal virus ha permesso ai ricercatori di scoprire che l’Hiv integra il proprio Dna vicino al ‘guscio’ esterno che delimita il nucleo, in corrispondenza alle strutture del poro nucleare da cui il virus stesso ha avuto accesso all’interno.

L’articolo completo su Doctor33

Lo studio: Nature (2015) doi:10.1038/nature14226

 

Progetti correlati: