Obbligo vaccinale. Società scientifiche pediatriche: “Bene decreto, ora istituire sportelli informativi nelle scuole”




23 Mag 2017

Attivare nelle scuole elementari, medie e superiori gli Sportelli Informativi sulle Vaccinazioni per sensibilizzare gli studenti e i genitori sull’importanza dei vaccini come strumento di prevenzione. È la proposta lanciata dalla Federazione delle Società Scientifiche e Associazioni dell’Area Pediatrica (Fiarped), che esprime il suo pieno appoggio alle novità introdotte dal decreto legge sui vaccini.

Pieno sostegno al decreto legge sui vaccini dalla Federazione delle Società Scientifiche e Associazioni dell’Area Pediatrica (Fiarped). La stessa Federazione sottoliena l’importanza dell’istituzione dell’obbligo vaccinale per chi frequenta la scuola fino a 16 anni.

Creare una rete di informazione
“In questo momento di grave crisi delle coperture vaccinali nel nostro Paese – ha spiegato Giovanni Corsello, presidente della Federazione – confermiamo la disponibilità dell’area pediatrica a giocare un ruolo attivo nella costituzione di una rete di operatori che faccia fronte alle nuove esigenze e rilancia la proposta, già avanzata lo scorso anno, di attivare nelle scuole elementari, medie inferiori e superiori gli Sportelli Informativi sulle Vaccinazioni con la finalità di informare e sensibilizzare gli studenti e i genitori sull’importanza dei vaccini come strumento di prevenzione”.

“Gli allarmi lanciati dalla comunità scientifica nazionale e dalle istituzioni, insieme con i recenti dati epidemiologici sulle coperture vaccinali e sui casi sempre più numerosi di malattie infettive prevenibili con le vaccinazioni nel nostro Paese – ha continuato il presidente  Fiarped – rendono necessarie misure urgenti in grado di invertire il trend di riduzione delle coperture vaccinali, che sta facendo riemergere malattie infettive gravi e prevenibili solo attraverso una vaccinazione di massa”.
La salute, un diritto costituzionale
La Federazione ricorda anche che l’obbligo di garantire la salute pubblica e quello alla istruzione sono parimente inviolabili e sanciti dalla Costituzione, per questo, ha specificato “il reinserimento dell’obbligo vaccinale può svolgere quella importante funzione di rapido reclutamento vaccinale nell’età di maggior suscettibilità a contagio e infezioni che è quella infantile e della scuola primaria”.

I vaccini sono efficaci e sicuri
“L’efficacia e la sicurezza acclarate e documentate dei vaccini e il nuovo calendario vaccinale inserito nel piano di prevenzione e vaccinale 2017-2019 e nei Lea, garanzia di gratuità dei vaccini in tutto il territorio nazionale – ha concluso il Presidente della Federazione – sono le premesse che hanno consentito di adottare misure che tutelano il diritto di tutti i bambini, e in particolar modo di quelli più fragili ed esposti ai rischi di complicanze,  ad essere protetti e tutelati nei confronti di patologie gravi e prevenibili”.

 

Da QS

Progetti correlati: