Contribuire al miglioramento del percorso materno-infantile nell’ambito della prematurità




Tag progetto: Nascita prematura

Data inizio/fine: 2012/ in corso

Il parto prematuro in Italia e nel mondo

La nascita pretermine, prima cioè del compimento della 37ª settimana di gestazione, rappresenta la principale causa di mortalità infantile entro il primo anno di vita, a livello nazionale e globale.
Secondo il rapporto “Born too soon: the global action report on preterm birth” pubblicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel maggio 2012, ogni anno nel mondo nascono 15 milioni di bambini prematuri con un rapporto di oltre una nascita pretermine ogni dieci.  Si tratta di un fenomeno che negli ultimi vent’anni è aumentato a livello mondiale. In Italia ogni anno nascono circa 50.000 bambini prematuri, pari a circa il 7% di tutti i nati.

I neonati prematuri necessitano sin dalla nascita di cure altamente specializzate coordinate da un team multidisciplinare all’interno di strutture dedicate, le T.I.N. (Terapie Intensive Neonatali). Dopo la dimissione ospedaliera è di fondamentale importanza la programmazione personalizzata di un percorso di follow-up multidisciplinare, clinico e strumentale, che consenta di monitorare nel tempo le condizioni generali, lo sviluppo neuro-sensitivo, neuro-motorio nonché cognitivo.

nasc_prem_immagine x testo

Le attività di Onda

Già da diversi anni, l’Osservatorio è impegnato sul fronte della prematurità con l’obiettivo di contribuire al miglioramento del percorso materno-infantile, dalla gravidanza all’assistenza domiciliare post-dimissione, in termini di accessibilità, qualità, sicurezza e omogeneità territoriale.

La prima iniziativa promossa da Onda nell’ambito della prematurità ha coinvolto nel 2012 gli ospedali del Network Bollini Rosa che sono stati invitati a partecipare al Concorso Best Practice che ha premiato le 5 migliori realtà nella gestione multidisciplinare della nascita prematura: dalla gravidanza al post partum, dall’ospedale alla rete territoriale.
Con l’obiettivo di informare e sensibilizzare le donne sulle strategie di contenimento dei rischi correlati alla nascita pretermine e delle complicanze conseguenti, Onda ha organizzato, in occasione della Giornata Mondiale della Prematurità (17 novembre), due (H)Open day – come iniziativa lombarda nel 2013 e nazionale nel 2014 – nel corso dei quali sono stati offerti servizi clinici e informativi gratuiti (visite presso i reparti di Terapia Intensiva Neonatale, consulenze specialistiche, info point, convegni, incontri aperti al pubblico, distribuzione di materiale informativo).
Nel 2014 Onda ha coinvolto anche le Istituzioni su questo tema organizzando due tavoli tecnici regionali in Lombardia e nel Lazio, cui hanno partecipato gli stakeholder di riferimento (Istituzioni politiche e sanitarie, cliniche, associazioni).