Tumore della mammella. Dalla ricerca genetica, test e trattamenti su misura per quelli più aggressivi




5 Mar 2015

Individuati 323 geni che risultano “super attivati” nelle cellule di quelli ‘tripli negativi, i più difficili da curare. Una caratteristica che rende le cellule tumorali molto simili alle staminali e conferisce loro la capacità di dividersi rapidamente. E quindi di crescere e dare metastasi a distanza. La scoperta porterà ad un test per individuare le pazienti più a rischio e apre la strada a trattamenti ‘su misura’.

Lo studio, pubblicato su Breast Cancer Research è stato finanziato da Medical Research Council, The Institute of Cancer Research (ICR), Breakthrough Breast Cancer e Cancer Research UK.

L’articolo completo su Quotidiano Sanità

Progetti correlati: