Tumori. Il 40% può essere evitato con uno stile di vita sano. Prevenzione oncologica al femminile, al via la campagna di “Insieme contro il Cancro”




6 Nov 2017

Meno due giorni all’inaugurazione della campagna “Prevenzione oncologica al femminile”, lanciata dalla Fondazione “Insieme contro il Cancro”. Quattro donne su 10 potrebbero evitare di ammalarsi di cancro seguendo gli stili di vita sani. Per sottolinearne l’importanza scelta una testimonial d’eccezione: la campionessa olimpionica di nuoto Federica Pellegrini. Appuntamento per la presentazione della campagna il 4 novembre alle 11.15 a Roma, nella Sala Giunta del Coni.

Il 40% dei tumori può essere evitato seguendo uno stile di vita sano. Ma le italiane ignorano le regole della prevenzione oncologica: il 20,8% fuma, il 23,8% è in sovrappeso e il 34,3% è sedentario. Insufficiente anche l’adesione ai programmi di screening oncologico. Nel 2015 solo il 55% delle donne (50-69enni) ha aderito all’invito a sottoporsi alla mammografia, fondamentale per individuare il tumore del seno in fase precoce. E solo il 39,8% (25-64enni) si è sottoposto al Pap-test per l’individuazione del tumore della cervice uterina, uno dei più frequenti nelle giovani donne (under 50).

Per sensibilizzare tutte le italiane sull’importanza degli stili di vita sani, la Fondazione “Insieme contro il Cancro” lancia la campagna “Prevenzione oncologica al femminile”, con una testimonial d’eccezione, la campionessa olimpionica di nuoto Federica Pellegrini.

I contenuti della campagna saranno illustrati in una conferenza stampa il 4 novembre alle 11.15 a Roma nella Sala Giunta del Coni, in Piazza Lauro De Bosis 15. Parteciperanno Francesco Cognetti, Presidente della Fondazione Insieme contro il Cancro,  Federica Pellegrini, Giovanni Malagò, Presidente Coni e Nicoletta Luppi, Presidente e Amministratore Delegato Msd Italia.

 

Da QS

Progetti correlati: