EMERGENZA COVID-19 | MESSAGGIO DELL’ONOREVOLE MARIALUCIA LOREFICE




26 Mar 2020

Le Istituzioni confermano il proprio impegno e la vicinanza ai cittadini italiani in questo momento di grande difficoltà. Pubblichiamo con piacere il messaggio che ci ha indirizzato l’Onorevole Marialucia Lorefice, Presidente della XII Commissione Affari sociali, Camera dei Deputati. “Sono giorni difficili, di rinunce, di riflessioni, ma non possiamo mollare se vogliamo uscire al più presto da questa situazione”.

Buona lettura!

[…] Il mio ruolo mi porta ad essere ancora più vicina ai cittadini che hanno bisogno di essere ascoltati e rassicurati: c’è chi ha perso i propri cari, chi si confronta con la disabilità e la solitudine. La crisi che stiamo vivendo ha molti volti e le condizioni di ordinaria e straordinaria difficoltà richiedono parimenti il nostro interessamento e il nostro impegno.

Stiamo facendo tutto il possibile per intervenire in maniera incisiva su questa grave emergenza sanitaria. Il Parlamento sta continuando a lavorare, nel rispetto delle misure di sicurezza imposte a tutto il Paese.

In questi giorni, in particolare, siamo impegnati nella conversione in legge del decreto Cura Italia e nell’elaborazione di proposte emendative volte al miglioramento di alcune parti e all’integrazione di altre. Un lavoro di sinergia tra deputati e senatori, tenendo conto anche delle istanze e problematiche che ci vengono segnalate.

La tecnologia si sta rivelando ancora di più un potente e insostituibile alleato, che anche in futuro dovrà accompagnarci positivamente come lo sta facendo ora: se il Paese non si è fermato nonostante tutto è anche grazie all’utilizzo di innovativi strumenti di comunicazione, ai quali si sta rivolgendo con successo anche il mondo della scuola e la pubblica amministrazione.

Dal punto di vista sanitario, come è noto, una delle principali difficoltà emerse dall’inizio della crisi riguarda la mancanza di dispositivi medici e di protezione individuale: a questa stiamo rispondendo sollecitando la produzione interna e potenziando l’import dall’estero. I risultati di questo grande sforzo, fortunatamente, li stiamo vedendo e li vedremo ancora di più nelle prossime settimane. Ma ritengo sia doveroso evidenziare anche altre misure.

Sono stati previsti ulteriori 3.5 miliardi per la sanità: risorse con le quali finanziamo il Servizio Sanitario Nazionale e la Protezione civile nazionale, e grazie alle quali aumentiamo le assunzioni di personale medico e infermieristico, paghiamo gli straordinari, stimoliamo la ricerca e continuiamo ad affrontare l’emergenza costruendo nuove strutture adatte alle cure e servendoci, dove necessario, di personale e strutture privati. Misure focalizzate al rafforzamento del SSN, oggi più che mai necessarie vista la sfida che stiamo affrontando.

Stiamo lavorando con grande responsabilità: il rapporto con il Ministero della Salute è costante, il Governo è impegnato alacremente per affrontare l’emergenza in tutti i suoi molteplici aspetti.

Ma sono contenta di evidenziare anche l’enorme impegno e la grande solidarietà dei cittadini: il sacrificio del nostro Paese sta diventando un esempio di umanità e di buone prassi; sono giorni difficili, di rinunce, di riflessioni, ma non possiamo mollare se vogliamo uscire al più presto da questa situazione.

 

 

Progetti correlati: