GIORNATA MONDIALE DELL’ICTUS. SI MUORE DI MENO, MA SONO QUASI 1 MILIONE LE PERSONE CON IMPORTANTI DISABILITÀ. SCARSE LE STROKE UNIT



  • Malattie cardiovascolari e cerebrovascolari:

30 Ott 2019

Cresce anche il numero totale degli eventi. Delle 300 Stroke Units necessarie, solo circa 190 sono operative, l’80% sono al Nord. Per l’Osservatorio Ictus Italia, occorre “rendere effettive le azioni della Risoluzione sulla prevenzione e la diagnosi approvata nel 2017 dalla Commissione Affari Sociali della Camera”. A dicembre l’Osservatorio lancerà il suo manifesto sociale

Sono sempre più drammatici i numeri dell’ictus cerebrale. Lo stroke rappresenta la prima causa di invalidità nel mondo, la seconda causa di demenza e la terza causa di mortalità nei paesi occidentali. Nel nostro Paese si registrano ogni anno circa 120mila casi di ictus, dei quali circa un terzo porta al decesso nell’arco di un anno e circa un terzo ad invalidità seria o significativa. A conti fatti, in Italia, le persone che vivono con gli effetti invalidanti della patologia hanno raggiunto la cifra di quasi un milione. Ma non solo, è ancora scarso il numero delle Stroke Units, con un gap importante tra Nord e Sud del Paese.

Leggi l’articolo completo Quotidiano Sanità

Progetti correlati: