Lombardia. Bollini Rosa per 74 strutture. Gallera: “Il 25% di tutti quelli premiati in Italia da Onda”




17 Gen 2018

Al riconoscimento che l’Osservatorio nazionale per la salute delle donne attribuisce alle strutture che si distinguono per l’attenzione all’assistenza di genere, la Regione dedica un focus di “Lombardia Speciale”, il progetto editoriale web creato dalla Regione per divulgare i dati in grado di documentare perché la Lombardia è una “regione speciale”. Sono 306 in totale gli ospedali a misura di donna premiati da Onda nel 2017. LA SLIDE

“In Lombardia sempre più ospedali sono a misura di donna: 74 strutture ospedaliere hanno ottenuto i Bollini Rosa per il biennio 2018-2019, pari a circa un quarto del totale nazionale”. Lo scrive una Nota pubblicata sul sito regionale www.lombardiaspeciale.regione.lombardia.it, il progetto editoriale web creato dalla Regione per divulgare i dati in grado di documentare perché la Lombardia è una “regione speciale, ricordando il riconoscimento che Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna, impegnata sul fronte della promozione della medicina di genere, attribuisce dal 2007 agli ospedali attenti alla salute femminile e che si distinguono per l’offerta di servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali malattie delle donne.

L’iniziativa, arrivata alla sua decima edizione, ha premiato 306 le strutture ospedaliere su tutto il territorio nazionale: 71, di cui 19 in Lombardia, hanno ottenuto il massimo riconoscimento (tre bollini), 183 due bollini, di cui 41 lombarde, e 52 un bollino, di cui 14 in Lombardia.

“Tredici ospedali hanno, poi, ricevuto una menzione speciale per la presenza al proprio interno di un percorso diagnosticoterapeutico dedicato alle donne nell’ambito della cardiologia. Le strutture lombarde che hanno ottenuto il riconoscimento sono: l’Asst Fatebenefratelli Sacco – Ospedale dei Bambini Vittore Buzzi di Milano, l’Asst Lariana – Ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia (Como), l’Asst Spedali Civili di Brescia – Presidio Ospedaliero di Brescia e il Policlinico San Pietro di Istituti Ospedalieri Bergamaschi di Ponte San Pietro (Bergamo)”, aggiunge la Nota.

“Regione Lombardia è attenta alla prevenzione e in particolare a quella rivolta alle donne. Sono molto orgoglioso del ‘Bollino rosa’ assegnato dall’Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda) a 74 nostre strutture ospedaliere, che rappresentano un quarto sul totale di 306 premiate a livello nazionale”, ha commentato l’assessore al Welfare Giulio Gallera.

“Accanto alle attività svolte all’interno degli ospedali –ha aggiunto Gallera – siamo intervenuti anche a livello territoriale ampliando la fascia d’età per i test di screening dei principali tumori che colpiscono le donne, come quello della mammella”.

I tre bollini, assegnati alle 19 strutture lombarde, sono stati consegnati: 
Fondazione Irccs Istituto Nazionale Tumori di Milano
Fondazione Irccs Istituto Neurologico Carlo Besta di Milano
Fondazione Irccs Policlinico San Matteo di Pavia
Fondazione Irccs Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano
Irccs San Raffaele di Milano
Istituto Auxologico Italiano – Irccs S. Luca di Milano
Istituto Europeo di Oncologia di Milano
Istituto Clinico Humanitas di Rozzano
Asst Spedali Civili di Brescia – Presidio Ospedaliero di Brescia
Asst Garda – Ospedale di Desenzano Desenzano Del Garda
Asst Garda – Ospedale Civile la Memoria di Gavardo
Asst Garda – Ospedale di Manerbio
Asst di Cremona – Ospedale di Cremona
Asst Lariana – Ospedale Sant’Anna San Fermo della Battaglia
Asst Papa Giovanni XXIII di Bergamo
Asst di Mantova – Presidio Ospedaliero C. Poma Mantova
Asst Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano
Asst Santi Paolo e Carlo – Ospedale San Paolo di Milano
Asst Centro Specialistico Ortopedico Traumatologico Gaetano Pini di Milano

 

Da Quotidiano Sanità

 

Progetti correlati: