Fumo:non diminuiscono i consumatori. Focus sui giovani: uno su dieci fa uso di tabacco e più della metà di questi anche di cannabis, pratica poco sport, ha un basso livello di cultura ed eccede con l’alcol. Il rapporto dell’Iss




1 Giu 2018

Nella Giornata mondiale senza tabacco l’Istituto superiore di Sanità ha diffuso i dati italiani. Ricciardi (Iss): “Urgente educare a corretti stili di vita fin da piccolissimi per evitare la sovrapposizione di dipendenze pericolose”. Pacifici (Ossfad): “La metà dei giovani è entrato in contatto con i prodotti del tabacco: i ragazzi sono il serbatoio di riserva del tabagismo”.

In Italia è alto il numero di minori che fumano. Uno su dieci è consumatore abituale, quasi la metà ha fumato, ha provato a fumare o fuma ogni tanto e tra quelli abituali più della metà fuma anche cannabis. Non accenna a diminuire invece il numero totale dei fumatori, in leggero aumento.

Sono i dati presentati oggi dall’OSSFAD del Centro Nazionale Dipendenza e Doping dell’Istituto superiore di Sanità in occasione della Giornata Mondiale senza tabacco.

 

Leggi l’articolo completo su Quotidiano Sanità

Progetti correlati: