Pma. Aumentano i bambini nati con tecniche assistite: nel 2016 sono stati 13.582. In crescita anche le over 40 che vi fanno ricorso. La relazione al Parlamento




16 Lug 2018

Considerando tutte le tecniche, dal 2015 al 2106 aumentano le coppie trattate (da 74. 292 a 77.522), i cicli effettuati (da 95.110 a 97.656) e i bambini nati vivi (da 12.836 a 13.582). Crescita correlata per lo più alla fecondazione eterologa e alle tecniche omologhe con crioconservazione di gameti. Il maggior numero dei trattamenti viene effettuato nei centri pubblici e privati convenzionati. Le donne con più di 40 anni che accedono a queste tecniche sono il 35,2% nel 2016, erano 20,7% del 2005.

Aumentano i nati vivi con le tecniche di Pma, così come il numero di coppie trattate. Si conferma invece la tendenza secondo cui il maggior numero dei trattamenti di fecondazione assistita viene effettuato nei centri pubblici e privati convenzionati. Infatti, pur se i Centri Pma privati sono in numero superiore a quelli pubblici (101 vs 64), tuttavia nel privato si effettuano meno cicli di trattamento; il 35,0% dei centri è pubblico ed effettua il 37,1% dei cicli; il 9,8% è privato convenzionato ed effettua il 28,8% dei cicli; il 55,2% è privato ed effettua il 34,1% dei cicli. Inoltre, un consistente numero di centri Pma presenti sul territorio nazionale svolge un numero ridotto di procedure nell’arco dell’anno. Solo il 24,6% dei centri di II e III livello ha fatto più di 500 cicli, contro una media europea di centri che svolgono un’attività di più di 500 cicli del 41,0%. (European IVF Monitoring, EIM anno 2013).

 

Leggi l’articolo completo e e la relazione del Ministro Della Salute al Parlamento sullo stato di attuazione della legge contenente norme in materia di procreazione medicalmente assistita su Quotidiano Sanità

Progetti correlati: