PROTEINE E OMEGA 3 LA DIETA DELLE DONNE PER STARE BENE (A QUALSIASI ETÀ)




10 Mag 2019

Uomini e donne sono diversi davanti a un buffet: gli uni tendono a privilegiare i piatti di carne, le altre, di solito, optano per verdure, legumi o frutta. E non è una questione di gusti. È un problema di condizionamento culturale e psicologico. Di «genere», ci informano gli esperti. «Le donne hanno una percezione diversa di fronte al cibo rispetto alla loro controparte maschile — commenta Silvana Hrelia, professore ordinario di Biochimica all’Università di Bologna —. Di solito tendono a proteggere la loro linea, ci tengono ad apparire snelle e sane e scelgono i cibi a minore densità calorica».

Dopo la medicina di genere, che ci ha insegnato come una donna «non è un uomo in miniatura», che malattie come l’infarto si manifestano differentemente nei due sessi e che i farmaci, prevalentemente studiati sull’uomo, a volte non funzionano bene nelle donne (ma su questi fronti si sta correndo ai ripari), ecco la nutrizione di genere. Un tema nuovissimo, su cui gli studi scientifici si stanno accumulando e che è in discussione al Festival della Scienza di Bologna che si inaugura oggi.

Leggi l’articolo completo su Corriere della Sera

Progetti correlati: