Ultracinquantenni, uno su due dorme poco e male: salute e coppia a rischio



Esistono 60 diversi disturbi del sonno: maschi e femmine ne soffrono in modo diverso. Sveglia mattutina precoce e riposo non continuativo sempre più diffusi fra gli italiani. Specialisti riuniti a Milano: «Tanti rimedi, ma bisogna scegliere quello più indicato»

Un buon sonno gioca un ruolo determinante per un corretto stile di vita e per salvaguardare il benessere psicofisico. Ma circa la metà delle persone fra i 48 e 65 anni (le donne più degli uomini) inizia ad accusare problemi, come una sveglia mattutina troppo precoce e un riposo non continuativo.

 

Leggi l’articolo completo di Vera Martinella su Corriere.it

Progetti correlati: